Home > Itinerari da cani > città > A Mantova, città della cultura 2016 con il cane

A Mantova, città della cultura 2016 con il cane

Mantova è città della cultura 2016….e allora perché non andare a scoprire le sue bellezze in compagnia del nostro amico a quattro zampe? Vi proponiamo un itinerario in giro per la città dei Gonzaga dove anche il peloso si potrà divertire 🙂 Mantova è una città che affonda le sue radici molto lontano, legate alla famiglia Gonzaga  che ne ha fatto tra i principali centri del Rinascimento italiano ed europeo ed è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. I profili dolcissimi di colline piene di storia, pianure dipinte con un verde intenso, un’idrografia ricca di fiumi e canali: la natura mantovana abbonda di bellezze! Un vero invito alla vacanza.

La nostra passeggiata a 6 zampe parte proprio dal Mincio, da via San Giorgio dove potete trovare un parcheggio per lasciare la macchina e goderci a piedi e zampe le bellezze rinascimentali ma anche una pausa nel verde delle sponde del Lago di Mezzo ( qui si può gustare un pranzo in riva al lago al Papa’s Cafe’ dove i nostri amici a quattro zampe sono i benvenuti!

interni
interni

Facendo pochi passi si arriva a Piazza Sordello ( ci sono i ciottoli per i pelosi con problemi alle zampe cercate di rimanere ai bordi), sede della Casa di Rigoletto. Qui spicca la mole possente del Castello di San Giorgio. Turisti da ogni angolo del mondo arrivano alla fortezza per ammirare la Camera degli Sposi, o Camera Picta, affrescata da Andrea Mantegna fra il 1465 e il 1475, omaggio dell’artista alla famiglia dei Gonzaga – per vederla è necessaria la prenotazione. Con un unico biglietto, gratuito per i minori di 18 anni e per gli over 65, potete visitare, oltre alla Camera Picta, gran parte di Castel San Giorgio e Palazzo Ducale: è la reggia dei Gonzaga, un sontuoso complesso di appartamenti, saloni, corridoi, cortili e giardini – da vedere l’appartamento vedovile di Isabella d’Este.

Torre dell'orologio MantovaAttraverso il Portico dei Lattonai, sotto il Palazzo della Ragione, si passa nella vicina Piazza Broletto dove possiamo curiosare tra le varie botteghe e acquistare la famosa “sbrisolona”, una torta di povere origini, all’inizio infatti gli ingredienti erano quelli tipici della tradizione contadina (farina di mais, strutto e nocciole) e negli anni si sono raffinati. Da Palazzo della Ragione, realizzato verso la metà del Duecento per ospitare le adunanze cittadine a Piazza Broletto fino alla bellissima Piazza delle Erbe. Sul suo lato orientale, vediamo la Torre dell’Orologio, all’interno della torre è ospitato il Museo dell’Opera, nel quale sono esposti i meccanismi d’epoca dell’orologio e dalla sommità è possibile avere una vista sulla città e sui laghi che la circondano.

Piazza delle Erbe e alcuni altri punti della città diventano teatro del Festival della Letteratura di Mantova, che quest’anno festeggia i 20 anni proprio nello stesso anno della città della cultura: incontri con grandi autori, workshop e eventi nel corso dei mesi del 2016 per festeggiare e vivere al massimo questa bellissima città.

Possiamo proseguire verso sud per raggiungere Palazzo Te, il capolavoro mantovano di Giulio Romano, è la residenza più affascinante e misteriosa di Mantova: venne fatto costruire dal marchese Federico II Gonzaga, che da tempo cercava una dimora per i suoi svaghi; è decorato con simboli e scene di miti. Un tempo, Palazzo Te sorgeva al centro di un’isola circondata dalle acque di un lago e dal verde di un bosco. Il percorso di visita include il Cortile d’Onore, la Sala dei Cavalli, le camere di Amore e Psiche, dei Venti, delle Aquile, la sontuosa Camera degli Stucchi e la Camera dei Giganti, la maggiore e più nota di Palazzo Te. Possono entrare solo i cani guida per non vedenti, quindi meglio organizzarsi prima, magari facendo a turno!

E se si ha voglia di andare alla scoperta anche della natura incontaminata del Parco del Mincio dove perdersi tra suoni e panorami mozzafiato, i pelosi possono accompagnarci per una crociera sul fiume, la mascotte di Viaggi con il cane, Zoe è salita su MotoNaviAndes 🙂

E se alla sera avete voglia di gustarvi piatti tipici mantovani, all’ Osteria delle Erbe fanno entrare i cani senza problemi e si gustano ottimi piatti!

Facebooktwittergoogle_plusmail

Potrebbe interessarti anche....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *