Home > Itinerari da cani > città > Langhe e Roero con il cane

Langhe e Roero con il cane

Siamo andati alla scoperta delle Langhe e Roero, un territorio Patrimonio dell’Umanità, che riserva dolci segreti e perle di bellezza incomparabile, soprattutto con i colori dell’autunno. Abbiamo organizzato un viaggio di 3 giorni alla scoperta di itinerari in mezzo alla natura per ammirare il foliage autunnale, visitando le principali città e seguendo un percorso enogastronomico che ci ha portato ad assaporare piatti tipici del territorio e gustare i famosi vini piemontesi, sempre rigorosamente con la 4 zampe, Zoe! Prima tappa: Asti Asti è uno dei centri più grandi del Piemonte e insieme ad Alba possiamo dire che è un po’ una tappa obbligata per visitare queste terre: è una cittadina che racchiude un centro storico con diversi stili, vanno dal tardo medioevale a epoche più recenti. Con la 4 zampe abbiamo passeggiato tra i vicoli della cittadina, la via principale è Corso Vittorio Alfieri, lungo la quale potrete ammirare le principali attrazioni culturali della città. Seconda tappa: Barolo, La Morra e Neive Il secondo giorno siamo andati un po’ a zonzo tra le colline, per gustarci i panorami mozzafiato ma anche per entrare veramente nella parte e quindi andare a caccia di degustazioni di prodotti tipici e vini….e non potevamo mancare di andare a Barolo. Barolo è un grazioso borgo che si sviluppa intorno al suo Castello: una volta arrivati in paese ( il parcheggio è un po’ selvaggio alle pendici) siamo saliti per andare al piazzale principale del Castello, dove si trova la biglietteria per le visite al Castello e il locale degustazioni. All’interno del Castello è possibile entrare con il cane, con museruola in borsa almeno e che sia educato e rispettoso degli ambienti di visita, se avete domande scrivete all’indirizzo mail del museo, vi rispondono subito e qui potete trovare tutte le info relativo ai prezzi e ai pacchetti gruppi: http://www.wimubarolo.it/it/castello-barolo.php Di fianco al Castello si trova il locale degustazioni, dove ci sono diverse stazioni selezionate dei principali vini piemontesi e acquistando una card potete scegliere quale bere e in quale quantità, c’è anche la vendita diretta delle bottiglie e di prodotti tipici: anche qui si può entrare tranquillamente con il cane.Barolo, Nebbiolo, Barbaresco, Dolcetto …. non si possono perdere! Nel pomeriggio ci siamo diretti a visitare i borghi La Morra e Neive, molto belli e caratteristici sono relativamente piccoli quindi visitabili in poche ore, sono un sali scendi di vicoli per cui pensate bene se il vostro 4 zampe può camminare su salite e discese….però vedrete una vista mozzafiato. Terza tappa: Nizza Monferrato e dintorni Al terzo giorno sulla via verso casa ci siamo fermati a Nizza Monferrato: forse il paesino che ci ha regalato più sorprese! E’ sempre relativamente piccolo, ma è stato divertente gironzolare per i vicoli sotto i portici ( e nei giorni di pioggia sono benedetti!!), ammirando le vetrine, assaggiando i dolci locali e soprattutto aver trovato un ristorante veramente degno di nota: la Signora in rosso Eh si non siamo andati ad Alba e non abbiamo visitato la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco….perché? Semplicemente perché è una Fiera al chiuso con molta gente e uno spazio ristretto non certamente adatta a una visita con un 4 zampe al seguito.

In questi giorni abbiamo soggiornato presso una meravigliosa Villa, nei dintorni di Asti, qui potete leggere la recensione su DogAdvisor. Alla prossima!! Sulla nostra pagina Facebook potete vedere tutto l’album dedicato!

Facebooktwittergoogle_plusmail

Potrebbe interessarti anche....